Thursday, 25 September 2014

Best friends, Best Time - Bologna

Una giornata con la migliore amica ad ogni rientro, per fare il pieno per qualche settimana, prima di rivedersi.
Destinazione: Bologna. 
Non ero mai stata nemmeno qui - viaggio decisamente troppo poco, mi devo mettere sotto.
È un tantino più lontana da Paderno di quanto ci aspettassimo, ma una canzone dopo l'altra siamo arrivate.
Mi aspettavo una città carina, ma cavolo, ha decisamente superato le aspettative! 
Ci siamo dirette in centro, inizialmente girando un po' a caso, con il nostro senso dell'orientamento che lascia molto a desiderare.
La maledizione dei ponteggi mi ha seguita anche qui: stavano rifacendo tutta la pavimentazione del centro storico, per cui c'erano lavori in corso un po' ovunque. Per altro era un lunedi, quindi la maggior parte delle Chiese e degli edifici era chiuso. 
Nonostante questo, sono rimasta colpita.





Il centro storico è un insieme di viuzze coloratissime, ordinate, pulite, con portici pieni di negozi, bar, ristoranti e cortili.
Bologna è piena di edifici storici e MERAVIGLIA! tutti hanno il relativo cartello con la storia della famiglia e del palazzo stesso, addirittura in doppia lingua! Ero quasi commossa. È una cosa che do per scontata qui a Londra e che invece mi infastidisce moltissimo in Italia, perchè non so mai una mazza di quello che mi trovo davanti e non c'è mai uno straccio di spiegazione. A Bologna sono organizzatissimi - Milano e tante altre città avrebbero molto da imparare!




Ci siamo ritrovate per caso in piazza Santo Stefano e WOW! La piazza è bellissima, ho iniziato a fare foto a raffica - foto che ovviamente non rendono minimamente, data la mia incapacità artistica, ma credetemi è davvero bella! 


Abbiamo visitato il complesso delle Sette Chiese, un insieme di luoghi religiosi che merita davvero - ed è gratis! 
Questa città ci piace decisamente.




 Orario pranzo, siamo state da Altero, dove a quanto pare fanno le tipiche "pizzette" della zona - non sapevo nemmeno esistessero delle pizzette tipiche dell'Emilia Romagna e a dire il vero mi sono sembrate molto simili a qualunque altra pizza al trancio, ma non diciamolo agli autoctoni che le ritengono uniche al mondo! Se passate di li, consigliamo quella con la salsiccia. Nota negativa: hanno la Pepsi e non la Coca, dettaglio non di poco conto per due del Team CocaCola Forever come noi. Nota positiva: oltre alla pizza, ci siamo fatte due risate grazie a un gruppetto di quindicenni seduti di fianco a noi che decidevano quale delle amiche valesse la pena chiamare in base alla probabilità di combinarci qualcosa. "Quella no che ch'ha il tipo che è un armadio a sei ante" può dare un'idea della conversazione.
Lasciati a malincuore i teenagers, abbiamo fatto un salto al centro informazioni in piazza Maggiore per recuperare una cartina, per evitare di perdersi in due metri quadrati, e abbiamo seguito l'itinerario consigliato: avendo solo un pomeriggio a disposizione non siamo ovviamente riuscite a visitare tutto, ma anche una visita veloce vale le due ore di macchina da Milano.
Tappa numero uno: Basilica di San Petronio. Si scoprono cose inaspettate, tipo che in questa basilica c'è la meridiana più lunga del mondo. A Bologna. Boh, mi faceva un po' strano.




Non ci siamo fatte mancare il giochino del telefono senza fili: sotto il Voltone del Podestà se parlate contro uno dei quattro angoli della volta, rivolti verso il muro, vi può sentire la persona che si trova all'angolo opposto. Segue figuraccia con tutti i presenti che vi guardano come foste alieni.






Non siamo riuscite a salire sulla torre degli Asinelli causa tempi ristretti (o forse per la paura di morire sui 498 scalini prima di arrivare in cima!?) - peccato, perchè la vista dall'alto deve essere molto bella.
Anche Bologna è stata inserita nella mia lista di posti che vale la pena visitare. Vorrei esserci stata prima. Ho passato cosi tanti weekend ad annoiarmi su un divano quando avrei potuto girare, vedere, conoscere posti che erano cosi vicini e cosi belli e che invece ho sempre messo in secondo piano. Me ne sto pentendo moltissimo. È assurdo come si scoprano certe cose solo quando si è lontani.
Non fate come me: se non avete nulla da fare, salite in macchina, prendete un treno e fate i turisti anche a casa vostra! 
E fate un giro a Bologna!





No comments:

Post a Comment